Marzo 21, 2015

Ispirazione dove sei? Cinque modi sicuri di farla tornare

By affarioro

Non serve che facciate un lavoro tradizionalmente considerato “creativo”, come il pittore o il poeta, perchè vi serva ispirazione: l’ispirazione è energia per fare qualsiasi cosa, e senza ci sentiamo annoiati, stanchi, disinteressati a tutto, quasi come se fossimo immersi nella nebbia. E la cosa ci può sembrare incomprensibile, quando pensiamo che a volte siamo talmente ispirati e carichi da dimenticare di mangiare o di dormire pur di rimanere a lavorare sul progetto di cui ci stiamo occupando, che sia per mestiere o per passatempo. Purtroppo non esiste il metodo per garantire che quei giorni grigi e scarichi non arrivino mai: esistono però diversi metodi per far tornare l’ispirazione, la luce e l’energia al nostro spirito. Eccone cinque di provata efficacia!

1. Eliminate i pensier negativi
Volete fare un piccolo gioco con noi? Prendete un foglietto, e ogni volta che vi passa per la testa un pensiero negativo nella prossima ora, fateci un piccolo segno.
Se li contate quando l’ora sarà scaduta, i segni che avrete posto sul foglietto vi spaventeranno. Ed è una sola ora: pensate a moltiplicarla per 24 al giorno, e poi per 7 giorni di una settimana, e ancora per un mese, per un anno… E tutti quei pensieri negativi sono zavorra che vi tiene a terra. Imparate a riconoscerli appena arrivano e a ribaltarli, scoprendo il modo di sconfiggerli: sarete più leggeri e la luce tornerà!

2. Ricompensatevi
Sì: siamo tutti un po’ bambini, anche i più seri e capaci e professionali fra noi. E a volte, una piccola ricompensa ci aiuta a trovare la forza di superare un momento più difficile degli altri! Quando riusciamo a superare un ostacolo, a muovere un passo importante verso il nostro obiettivo, concediamoci un piccolo premio. Può essere un dolcetto, un’uscita al cinema, o anche solo un pisolino: ma rafforzerà la nostra determinazione e ci manterrà ispirati!

3. Fidatevi del vostro istinto
La razionalità è uno strumento la cui importanza sarebbe ridicolo negare, ma non è tutto. Abbiamo un istinto, e sappiamo, nel profondo, che molto spesso coglie più esattamente la natura di una situazione rispetto alle mille razionalizzazioni che spesso costruiamo solamente per giustificare le nostre paure e insicurezze. Impariamo invece ad ascoltare i nostri istinti e quel che ci dicono: staremo meglio con noi stessi, e senza ripensamenti l’ispirazione brucerà molto più forte!

4. Cercate persone come voi
Il gruppo non è casualmente un elemento fondamentale della nostra vita: ha a che vedere con il modo in cui siamo fatti intimamente, e con la struttura vera e propria del nostro cervello e della nostra evoluzione culturale. Costruiamo quindi un gruppo di persone come noi, e troveremo nel confronto non soltanto idee e spunti – almeno tanti quanti ne daremo! – ma soprattutto le occasioni di ispirazione e ricarica che tanto ci occorrono per portare avanti il nostro obiettivo!

5. Abbracciate la novità
L’ispirazione non nasce dall’abitudine, né dalla banalità: gli schemi già noti mettono il nostro cervello a riposo, e ne spengono le parti più creative e brillanti. Introducete continuamente novità nella vostra vita: un nuovo libro, nuovi generi musicali, nuove persone, perfino cibi nuovi. È cibo per la mente, che domani diventerà un fiorire di nuove idee.