L’importanza di gustare i piatti tipici
on Febbraio 4, 2019

Ogni qualvolta si decide di intraprendere un nuovo viaggio è necessario partire con la consapevolezza che una volta giunti a destinazione troveremo, probabilmente, un mondo diverso da quello che viviamo quotidianamente.
Uno dei primi elementi che viene sicuramente stravolto è il cibo, in base alla vostra meta, infatti, potreste ritrovarvi di fronte pietanze mai viste e per questo tutte da gustare.
Viaggiare, in fin dei conti, significa anche questo: comprendere le altre culture, farvi parte seppur per un tempo breve e mangiare le stesse cose, si sa, unisce le persone.
Per questo è necessario che sospendiate qualsiasi pregiudizio e che siate pronti almeno ad assaggiare ogni piatto tipico del luogo.
La “cucina arcobaleno” sudafricana
Se vi siete sposati da poco e avete ancora dubbi su dove trascorrere la vostra luna di miele, vi consiglio di effettuare il vostro viaggio di nozze in Sudafrica, con l’ausilio dell’agenzia Travel Design in grado di soddisfare le vostre esigenze ed esaudire i vostri desideri.
Il mio consiglio nasce non solo per via delle meraviglie che potreste visitare, ma anche per quelle che potreste gustare.
Il Sudafrica, infatti, è conosciuto come un Melting-Pot culturale ed è anche per questo che vanta una cucina ampia determinata da varie influenze culturali.
È proprio questa varietà a permettere a chiunque di trovare qualcosa da gustare evitando spiacevoli sorprese come quelle che accadono quando si visitano luoghi con una cucina povera, fatta di pochi elementi e sempre gli stessi.
Qui la cucina è influenzata da quella olandese, quella americana, quella tedesca, quella francese e altre, permettendovi in un solo viaggio di ‘’gustare’’ il mondo.
Alcune specialità
Ecco dunque alcuni piatti che vi convinceranno a prenotare il viaggio:
-i Samosa, un piatto di origini indiane, fatti di pasta sfoglia (nella variante fritta o a forno) con ripieno piccante costituito da vari ingredienti: patate speziate, piselli, aglio, cipolla, carne macinata e altro ancora.
-i Boerie Rolls, si tratta della variante sudafricana dell’Hotdog americano e per questo preparato con un tipo di salsiccia sudafricano di carne di agnello, maiale, manzo o un mix tra due o tre di essi e spezie (Boerewors, da cui prende il nome), anche in questo caso la salsiccia viene grigliata ed inserita  all’interno di un panino in cui vengono aggiunte la salsa, il pomodoro, le cipolle.
-Potjekos, il cui nome deriva dalla pentola a tre piedi utilizzata tradizionalmente in cucina, è un piatto costituito da carni (di qualsiasi tipo), carote, cavoli, zucca, patate o riso e condito con spezie e cotte a fuoco lento fino alla perfezione.