Graffe napoletane senza patate: la ricetta facile e veloce
on Marzo 1, 2019

Graffe napoletane senza patate: la ricetta facile e veloce

Facile Per 0 persone

ingredienti

  • Farina 00 300g • 600 kcal
  • Farina manitoba 200g
  • Acqua 125ml • 21 kcal
  • Latte 125ml • 600 kcal
  • Burro 50g • 750 kcal
  • uovo 1 • 750 kcal
  • Lievito di birra fresco 20g
  • Zucchero 30g • 600 kcal
  • Sale un pizzico • 750 kcal
  • Vanillina 1 bustina • 750 kcal
  • olio di semi per friggere q.b
  • Scorza di limone grattugiata q.b • 50 kcal

Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le graffe sono delle deliziose ciambelline soffici e golose, tipiche della tradizione culinaria napoletana di Carnevale. Fritte o al forno, le graffe sono una vera e propria esplosione di gusto, perfette per una colazione nutriente. Queste deliziosi dolci ricoperti di zucchero possono essere preparate facilmente in casa senza l’aggiunta delle patate tra gli ingredienti. Questa versione, più leggera ma ugualmente saporita, e, con lo stesso procedimento, potrete anche preparare dei bomboloni.

Come preparare le graffe napoletane senza patate

Unite in una ciotola l’acqua e il latte tiepidi (1). Sbriciolate il lievito di birra, aggiungete lo zucchero (2) e mescolate. Sbattete leggermente un uovo ed unitelo al composto (3).

Aggiungete poco alla volta le farine (4) continuando a lavorare con le mani. Unite un pizzico di sale e la scorza di limone grattugiata (5). Impastate fino a quando le farine si saranno completamente assorbite e il vostro composto risulterà omogeneo. Unite il burro a temperatura ambiente tagliato a pezzi grossolani (6).

Impastate ancora per 5 minuti fino al completo assorbimento del burro (7). Spostate l’impasto su un piano da lavoro leggermente infarinato e lavoratelo energicamente con le mani. Sarà pronto quando si staccherà facilmente dalle mani (8). Formate un panetto, mettetelo in una ciotola e copritelo con un foglio di pellicola trasparente e lasciatelo riposare in un luogo asciutto per circa 2 ore fino a quando non avrà raddoppiato il suo volume (9).

Trascorso il tempo necessario alla lievitazione riprendete l’impasto e stendetelo su una spianatoia con l’aiuto di un mattarello. Formate una sfoglia dello spessore di un centimetro e mezzo (10). Con l’aiuto di un coppapasta o di un bicchiere formate le ciambelle, stendetele ben distanziate l’una dall’altra su una teglia ricoperta con un foglio di carta forno e fatele nuovamente riposare per 40 minuti (11). Scaldate l’olio di semi per friggere in un tegame dai bordi alti e friggete le vostre graffe una alla volta, pochi secondi per lato. Fate dorare leggermente le graffe (12). Scolatele, passatele su un foglio di carta assorbente e subito dopo in un piatto con lo zucchero. Servite le vostre graffe ancora calde!

Consigli

Impastate i resti del composto ottenuti dopo aver formato le graffe: potete utilizzarli per preparare dei deliziosi bon bon fritti!

L’olio della frittura deve essere bollente: vi basterà immergere un pezzettino di impasto, vedere se viene subito a galla gonfiandosi leggermente. A quel punto è pronto.

Conservazione

Le graffe vanno consumate al momento per poterle gustare pienamente.

Fonte: Graffe napoletane senza patate: la ricetta facile e veloce